Copertina del podcast

Le Regine del Crimine

  • Emma Coronel Aispuro, la reginetta del cartello di Sinaloa

    21 MAG 2024 · Emma Coronel Aispuro ex reginetta di bellezza attualmente si definisce modella e imprenditrice, secondo quanto riportato dalla stampa, e partecipa a diversi eventi mondani. Non è chiaro quanto sia rimasta vicina alle reti del cartello di Sinaloa ma di certo gli sono rimasti molti soldi guadagnati dal marito “El Chapo” Guzmann che il 17 luglio 2019 è stato condannato all'ergastolo più trent'anni per tutti e dieci i capi d'accusa, che sta scontando all'interno del supercarcere di ADX Florence in Colorado (oltre ad un risarcimento di US$ 12,6 miliardi pari ai proventi provenienti dal narcotraffico).
    5 min. 40 sec.
  • Mariangela Di Trapani, "La Padrona di Cosa Nostra"

    14 MAG 2024 · Nella cerchia familiare di Mariangela Di Trapani, le si attribuiva il soprannome "'A picciridda", ovvero "la piccola", poiché, a causa dell'assenza prolungata del padre, il boss di Cosa Nostra Ciccio Di Trapani, aveva dovuto interrompere la sua istruzione e affrontare molte privazioni durante l'infanzia. Tuttavia con il passare degli anni agli occhi degli altri, diventerà "La padrona". In un ambiente dominato dagli uomini, dalle intercettazioni, emergerà la sua abilità nel "ragionare come un uomo", guadagnandosi così il rispetto dei capi clan.
    4 min. 45 sec.
  • Maria Serraino, la "mamma eroina" della 'ndrangheta

    7 MAG 2024 · Maria Serraino è stata una delle prime donne in Italia a essere condannata per associazione a delinquere di stampo mafioso. Moglie del boss Rosario Di Giovine,  è morta il 7 dicembre 2017 a 86 anni, in via degli Artieri, nel suo quartiere, piazza Prealpi. Dove per almeno due decenni ha dominato nel traffico degli stupefacenti.
    5 min. 34 sec.
  • Maria Licciardi "La Mamma Camorra"

    30 APR 2024 · Maria Licciardi “Zia Maia”, per gli affiliati, “’a peccerella”, per la sua minuta statura, “Mamma camorra” per gli investigatori napoletani o piu’ semplicemente Lady Camorra ha gestito per decenni un vorticoso giro di affari: con lei l'Alleanza di Secondigliano ha rafforzato la sua dimensione imprenditoriale investendo nella produzione e nel traffico di ogni tipo di merce. 
    4 min. 51 sec.
  • Kristen Gilbert, l’infermiera che uccideva i veterani dell’esercito Usa

    23 APR 2024 · Sebbene Kristen Gilbert conosciuta dalla sue colleghe come “l’Angelo della Morte”, sia stata condannata solo per quattro omicidi, le autorità ritengono che potrebbe essere stata responsabile della morte di ben 350 persone durante la sua carriera in ospedale. Se davvero fosse dietro a tutte queste morti sarebbe uno dei serial killer più prolifici della storia americana.
    7 min. 50 sec.
  • Truong My Lan, la miliardaria vietnamita condannata morte per una truffa da 25 miliardi di dollari

    16 APR 2024 · Truong My Lan, 68 anni, una delle donne più ricche del Vietnam arrestata nel 2022,  è stata condannata a morte per frode aggravata e continuata.  In Vietnam è considerato il processo del secolo. A capo di un impero immobiliare, il Van Thinh Phat Holdings Group, Truong, che sviluppava appartamenti di lusso, hotel, uffici e centri commerciali, la donna era diventata un’icona del nuovo Vietnam comunista ma dall’anima capitalista. In Vietnam nessuno è mai arrivato (almeno per il momento) a imitare la spudoratezza di Truong: negli anni aveva accumulato una fortuna in contanti nella sua cantina: centomila miliardi di dong (equivalenti a 4 miliardi di euro), ritirati e trasportati nel tempo dal suo autista personale.
    5 min. 30 sec.
  • Maria Giulia Sergio che divenne Fatima. La prima foreign fighter italiana

    9 APR 2024 · "Papà, prendi mamma per i capelli e vieni in Siria, lei non ha diritto ad alcun parere. Se mio marito decide che io non posso uscire, io non posso uscire: la donna si deve prostrare al marito, al quale deve obbedienza totale”. Così parlava con il padre Maria Giulia Sergio nata a Torre del Greco in provincia di Napoli il 23 settembre 1987. La donna è stata protagonista di una tragica vicenda culminata con la sua morte nel 2017, dopo che  era stata condannata in contumacia nel 2016 a nove anni di carcere per essersi unita allo Stato islamico.
    7 min. 10 sec.
  • Patrizia Messina Denaro, l'ambasciatrice di Cosa Nostra

    1 APR 2024 · Arrestata nel 2013, di fronte alla Corte disse: “Non faccio parte di Cosa Nostra. Io pago per il cognome che porto, ma di cui sono fieramente orgogliosa. Da vent’anni non ho contatti con mio fratello Matteo”. Poi le indagini smentirono quelle affermazioni rivelando il rapporto stretto che c’era tra fratello e sorella grazie alla quale il potere economico di Matteo Messina Denaro morto nel settembre 2023 per un tumore, è aumentato a dismisura tanto che si parla di un patrimonio stimato ( per difetto) e ben custodito all’estero che oscilla tra i quattro e i cinque miliardi di euro. 
    4 min. 17 sec.
  • Malika El-Aroud, la First Lady della Jihad

    26 MAR 2024 · "Non è mio compito far esplodere le bombe. Ho un'arma. E' scrivere. E' per parlare apertamente. Questa è la mia jihad. Anche scrivere è una bomba". Il 6 aprile 2023, Malika El-Aroud, la famigerata reclutatrice jihadista belga marocchina, è morta in una prigione belga. La 64enne era poco conosciuta al di fuori dei circoli jihadisti, sebbene fosse da decenni nei radar delle agenzie di sicurezza occidentali.  La donna è diventata una guerriera da tastiera, una propagandista eccezzionale, che ha assicurato ai posteri la sua eredità jihadista e probabilmente, ha causato più danni lei dal suo minuscolo appartamento di Bruxelles, rispetto alla maggior parte degli ideologi jihadisti che lavoravano nascosti nelle caverne afghane, siriane o irachene. Grazie a due matrimoni con altrettanti jihadisti è diventata “la First Lady della Jihad” e non è un caso se la sua autobiografia del 2004, Les Soldats de Lumière (I soldati della luce) è uno dei libri piu’ letti dai jihadisti. 
    11 min. 42 sec.
  • Enedina Arellano Felix, la Narco-Mami

    19 MAR 2024 · Enedina Arellano Félix de Toledo è considerata la più potente boss della droga del Messico. Soprannominata la Narco-Mami, la sorella del fondatore del cartello di Tijuana è riuscita a rilanciare il clan familiare, grazie alla stipula di patti con gli altri cartelli con cui in passato c’era stata una guerra sanguinaria per il controllo del traffico di droga. Il cartello di Tijuana, una delle più potenti organizzazioni criminali del Messico che controlla una parte rilevante del traffico illecito di sostanze stupefacenti del Paese, oggi è guidato da una donna di 62 anni diplomata in contabilità.
    3 min. 41 sec.
Sono Stefano Piazza saggista e giornalista di Panorama. In questo podcast vi racconto le azioni criminali di donne, apparentemente insospettabili, che si sono dimostrate abili in tutto.
Contatti
Informazioni
Autore Panorama
Categorie Islam
Sito -
Email podcast@panorama.it

Sembra che non tu non abbia alcun episodio attivo

Sfoglia il catalogo di Spreaker per scoprire nuovi contenuti

Corrente

Sembra che non ci sia nessun episodio nella tua coda

Sfoglia il catalogo di Spreaker per scoprire nuovi contenuti

Successivo

Copertina dell'episodio Copertina dell'episodio

Che silenzio che c’è...

È tempo di scoprire nuovi episodi!

Scopri
La tua Libreria
Cerca