Copertina del podcast

La Guerra Grande

  • Ep. 0: They shall not grow old

    2 APR 2023 · "They shall not grow old" è il titolo del primo documentario diretto dal regista neozelandese Peter Jackson, noto per la trilogia del Signore degli Anelli. Ma a sua volta si tratta di una citazione dalla poesia "For the fallen", di Laurence Binyon, del 1914.
    Ascoltato 3 min. 52 sec.
  • Ep. 1: 1913

    7 APR 2023 · La scintillante Europa della Bélle Époque, la più sfolgorante stagione dell'arte e della cultura europea. Il canto del cigno, prima della guerra. Seguimi su Instagram: @laguerragrande_podcast Scritto e condotto da Andrea Basso Montaggio e audio di Andrea Basso Fonti dell'episodio: Alessandro Barbero, Come scoppiano le guerre, la Prima Guerra Mondiale, Festival della Mente, Sarzana, 2014. François Fejtő, Requiem per un Impero defunto. La dissoluzione del mondoaustro-ungarico, Mondadori, 1990. Florian Illies, 1913, Marsilio, 2013. Thelong road to war, di Milos Skundric, 2018. In copertina: Franz Marc, Cervi nella foresta, 1913
    Ascoltato 10 min. 15 sec.
  • Ep. 2: Una strage annunciata I (Un posto al sole)

    16 APR 2023 · Fra le cause scatenanti della Grande Guerra ci fu sicuramente l'insaziabile appetito coloniale delle principali potenze europee. Numerose tensioni portarono a sfiorare la guerra ben prima del 1914, e contribuirono a rendere dinamici e mutevoli i rapporti fra i grandi d'Europa. Gran Bretagna, Francia, Germania, Belgio e Italia cercarono di ritagliarsi il loro spazio in Africa, mentre USA e Giappone entravano a gamba tesa nel nuovo secolo. In questo episodio cercheremo di orientarci fra i principali imperi coloniali dell'epoca, e di capire cosa stesse accadendo nel mondo anche in contesti geografici lontani dall'Europa. Seguimi su Instagram: @laguerragrande_podcast Scritto e condotto da Andrea Basso Montaggio: Andrea Basso Audio: Andrea Mameli Fonti dell'episodio: Alessandro Barbero, Come scoppiano le guerre, la Prima Guerra Mondiale, Festival della Mente, Sarzana, 2014. Aurore Bonny, Africa awaits closure of French colonial crimes, Anadolu Agency, 2020. Franco Cardini, Sergio Valzania, La scintilla: da Tripoli a Sarajevo. Come l’Italia provocò la Prima Guerra Mondiale, Mondadori, 2014. Histoire de la colonisation belge du Congo, 1876 – 1910. George Jellicoe, The Boxer rebellion, University of Southampton, 1993. Mehdi Lallaoui, Kabyles du Pacifique, Éditions Au nom de la mémoire, 1994. The long road to war, di Milos Skundric, 2018. In copertina: Cartolina tedesca celebrativa della colonizzazione delle Isole Samoa, 1899.
    Ascoltato 36 min.
  • Ep. 3: Una strage annunciata II (Industria e alleanze)

    27 APR 2023 · Tra la fine dell'800 e i primi anni del '900, le principali potenze europee avevano tessuto rapporti fortemente interconnessi a livello politico e diplomatico. Vediamo in cosa consistevano, e come le alleanze e le relazioni fra le diverse potenze abbiano contribuito ad aumentare la tensione. Scritto e condotto da Andrea Basso Montaggio e audio di Andrea Basso Seguimi su Instagram: @laguerragrande_podcast Fonti dell'episodio: Alessandro Barbero, Come scoppiano le guerre, la Prima Guerra Mondiale, Festival della Mente, Sarzana, 2014. Franco Cardini, Sergio Valzania, La scintilla: da Tripoli a Sarajevo. Come l’Italia provocò la Prima Guerra Mondiale, Mondadori, 2014. Edward Meade Earle, Turkey, The Great Powers, and the Bagdad Railway: A Study in Imperialism, Macmillan 1966. John Erickson, Ljubica Erickson, Mark Erickson, Russia: War, Peace & Diplomacy: Essays in Honour of John Erickson, Weidenfeld & Nicolson, 2007. The long road to war, di Milos Skundric, 2018. In copertina: Cartolina di propaganda russa del 1914, recante la scritta "soglasie", "concordia". A sinistra è rappresentata Marianne, la personificazione della Francia repubblicana, al centro vi è la Russia, custode dell'ortodossia, mentre a Destra la Gran Bretagna, con l'ancora che raffigura il predominio navale.
    Ascoltato 18 min. 29 sec.
  • Ep. 4: Una strage annunciata III (Il grande malato d'Europa)

    15 MAG 2023 · Fino alla fine del XVII secolo, l'Impero Ottomano era la principale potenza del Vecchio Mondo. Nei secoli a seguire però, il suo sviluppo non riuscì a mantenere il passo con quello dell'occidente, e l'impero dei sultani divenne il bersaglio delle guerre di conquista di nuove potenze emergenti. Il progressivo deterioramento della stabilità della Sublime Porta, sul lungo termine, avrebbe posto le basi per lo scoppio di un conflitto di dimensioni mai viste fino ad allora. Scritto e condotto da Andrea Basso Montaggio: Andrea Basso Audio: Andrea Mameli Seguimi su Instagram: @laguerragrande_podcast Fonti dell'episodio: Franco Cardini, Sergio Valzania, La scintilla: da Tripoli a Sarajevo. Come l’Italia provocò la Prima Guerra Mondiale, Mondadori, 2014. Forgotten Prelude To WW1 - Italo-Turkish War 1911-1912, Mark Newton, Jesse Alexander, 2021. Le fregate, Mondadori, 1989. Edward Meade Earle, Turkey, The Great Powers, and the Bagdad Railway: A Study in Imperialism, Macmillan 1966. The long road to war, di Milos Skundric, 2018. In copertina: Mehmed V viene proclamato sultano, dalla prima pagina del Petit Journal del 9 maggio 1909. ERRATA CORRIGE: La Serbia nel 1815 ottenne l'autonomia, non l'indipendenza. Gli USA erano già indipendenti dal 1783.
    Ascoltato 21 min. 29 sec.
  • Ep. 5: Una strage annunciata IV (La polveriera d'Europa)

    28 MAG 2023 · L'instabilità di una regione sensibile come la penisola balcanica sarà la goccia che farà traboccare il vaso nei fragili equilibri europei. Le piccole ma agguerrite potenze balcaniche, dopo aver combattuto per la propria indipendenza contro gli Ottomani, si troveranno presto in contrasto fra loro. Il sogno di unificazione nazionale i ciascuna nazione balcanica, in un area complessa e sensibile, era inconciliabile con quello delle altre nazioni confinanti. Scritto e condotto da Andrea Basso Montaggio e audio: Andrea Basso Seguimi su Instagram: @laguerragrande_podcast Fonti dell'episodio: Franco Cardini, Sergio Valzania, La scintilla: da Tripoli a Sarajevo. Come l’Italia provocò la Prima Guerra Mondiale, Mondadori, 2014 François Fejtő, Requiem per un Impero defunto. La dissoluzione del mondo austro-ungarico, Mondadori, 1990 Peter Hart, La grande storia della Prima Guerra Mondiale, Newton Compton, 2013 The long road to war, di Milos Skundric, 2018 Encyclopedia of Rusyn History and Culture, Austro-slavism Enciclopedia Online Treccani, Penisola Balcanica Yavus, M. Hakan; Sluglett, War and Diplomacy: The Russo-Turkish War of 1877-1878 and the Treaty of Berlin, University of Utah, 2011 In copertina: manifesto propagandistico della Lega Balcanica nel 1912, nel corso della Prima Guerra Balcanica. Da sinistra verso destra: Bulgaria, Serbia, Montenegro e Grecia. Sullo sfondo la cattedrale di Santa Sofia a Costantinopoli. Due santi vegliano su di loro.
    Ascoltato 36 min. 26 sec.
  • Ep. 6: Bosnia, 1914

    12 GIU 2023 · Organizzare in Bosnia Erzegovina, nel 1914, la visita ufficiale dell’erede al trono d’Austria Ungheria, non fu percepita già all’epoca come un’idea particolarmente brillante. Questo territorio, da poco annesso all’impero degli Asburgo, era un bomba la cui miccia troppo corta rischiava di incendiarsi da un momento all’altro. Seguimi su Instagram: @laguerragrande_podcast Scritto e condotto da Andrea Basso Montaggio e audio: Andrea Basso Con la partecipazione di Alberto Pisano Col gentile aiuto di Boris Bektić Fonti dell’episodio: Fid Backhouse, Franz Ferdinand, archduke of Austria-Este, Encyclopedia Britannica Dejan Djokic, Yugoslavism: Histories of a Failed Idea, 1918-1992, Hurst, 2003 François Fejtő, Requiem per un Impero defunto. La dissoluzione del mondo austro-ungarico, Mondadori, 1990 La Grande Guerra 100 anni dopo, RAI David J. Smith, Una mattina a Sarajevo. 28 giugno 1914, LEG, 2014 The long road to war, di Milos Skundric, 2018 In copertina: ragazzo bosniaco in un caffè tradizionale, primi del ‘900.
    Ascoltato 37 min. 21 sec.
  • Ep. 7: Addio, Belgrado (Primavera 1914)

    22 GIU 2023 · Gavro e Nedjo iniziano seriamente a organizzare l'attentato all'arciduca Francesco Ferdinando. Per farlo però, dovranno includere un altro amico nella loro piccola cellula terroristica e procurarsi delle armi. Ed è proprio per trovare le armi che entra in scena la Mano Nera... Seguimi su Instagram: @laguerragrande_podcast Scritto e condotto da Andrea Basso Montaggio e audio: Andrea Basso Fonti dell'episodio: David J. Smith, Una mattina a Sarajevo, 28 giugno 1914, LEG, 2014 In copertina: Gavro e Trifko fotografati in compagnia di Milan Ciganović in un giardino pubblico di Belgrado nel maggio del 1914, nel periodo in cui era in corso la trattativa per le armi oppure le esercitazioni di tiro. ERRATA CORRIGE: Milan Ciganović procurò ai ragazzi le armi e il denaro, ma non il veleno.
    Ascoltato 16 min. 18 sec.
  • Ep. 8: La capanna di Milan (28 maggio - 3 giugno 1914)

    8 LUG 2023 · Il viaggio di Gavro, Nedjo e Trifko da Belgrado verso Sarajevo entra nel vivo. Il carattere di uno dei tre crea non pochi problemi agli altri due, tanto da spaccare in due il gruppetto, che raggiungerà separatamente la capitale bosniaca. Uno dei ragazzi arriverà comodamente in treno, mentre gli altri due attraverseranno armati il confine clandestinamente, nel corso di un faticosissimo viaggio a piedi dove incontreranno una serie di personaggi molto particolari, che in un modo o nell'altro, hanno contributo ad aiutare gli attentatori. Seguimi su Instagram: @laguerragrande_podcast Scritto e condotto da Andrea Basso Montaggio e audio: Andrea Basso Fonti dell'episodio: David J. Smith, Una mattina a Sarajevo, 28 giugno 1914, LEG, 2014 In copertina: Veljko Čubrilović, il "Signor Maestro", sua moglie Jovanka, e la piccola Nada, di pochi mesi, fotografati nel paese di Priboj nel 1913 o nel 1914.
    Ascoltato 21 min. 9 sec.
  • Ep. 9: La leggenda di Miloš Obilić (3-5 giugno 1914)

    23 LUG 2023 · Il difficoltoso e lungo viaggio dalla Serbia alla Bosnia di Trifko e Gavro giunge finalmente al termine, con l'arrivo dei congiurati a Sarajevo. Nedjo scopre con orrore la data in cui l'arciduca Francesco Ferdinando verrà in visita nella capitale bosniaca, in un giorno carico di significato per il popolo serbo. Seguimi su Instagram: @laguerragrande_podcast Scritto e condotto da Andrea Basso Montaggio e audio: Andrea Basso Con la partecipazione di Alberto Pisano Fonti dell'episodio: David J. Smith, Una mattina a Sarajevo, 28 giugno 1914, LEG, 2014 In copertina: Affresco raffigurante Miloš Obilić nel monastero serbo-ortodosso di Hilandar sul Monte Athos, Grecia.
    Ascoltato 21 min. 58 sec.

Tra il 1914 e il 1918 l'umanità assistette al conflitto più titanico della sua storia fino ad allora. Milioni di persone vennero inghiottite in un tritacarne senza precedenti, e ne...

mostra di più
Tra il 1914 e il 1918 l'umanità assistette al conflitto più titanico della sua storia fino ad allora. Milioni di persone vennero inghiottite in un tritacarne senza precedenti, e ne uscirono cambiate per sempre, mentre altre non ne uscirono affatto.

A cura di Andrea Basso
mostra meno
Contatti
Informazioni

Sembra che non tu non abbia alcun episodio attivo

Sfoglia il catalogo di Spreaker per scoprire nuovi contenuti

Corrente

Copertina del podcast

Sembra che non ci sia nessun episodio nella tua coda

Sfoglia il catalogo di Spreaker per scoprire nuovi contenuti

Successivo

Copertina dell'episodio Copertina dell'episodio

Che silenzio che c’è...

È tempo di scoprire nuovi episodi!

Scopri
La tua Libreria
Cerca